Tram

SISTEMA TRANVIARIO di PALERMO
unofficial website

Visitatori di questo sito dal 20 dicembre 2004
Ultimo aggiornamento: 31 dicembre 2015

2015.12.29-tram-rid
Mappa della rete tranviaria di Palermo

Il sistema tranviario è composto da quattro linee: la Linea 1 “Roccella” parte dal centro commerciale Forum e collega la zona est della città (i quartieri di Roccella e Brancaccio) direttamente alla Stazione Centrale FS, favorendo così l’interscambio anche con le linee ferroviarie regionali e a lunga percorrenza; le linee 2, 3 e 4 partono tutte dalla stazione Notarbartolo e hanno parte del percorso sovrapposto: la Linea 2 “Borgonuovo-Notarbartolo” conduce al quartiere Borgo Nuovo, la Linea 3 “CEP-Notarbartolo” va al quartiere San Giovanni Apostolo (CEP) e la Linea 4 “Notarbartolo-Calatafimi-Notarbartolo” raggiunge l’incrocio tra via Pollaci e corso Calatafimi, percorrendo la circonvallazione da Piazza Einstein fino allo svincolo Calatafimi.
Oltre ai percorsi tranviari, sono state realizzate numerose opere accessorie: tre soprapassi pedonali lungo il viale Regione Siciliana, nel tratto da piazza Einstein a corso Calatafimi, lavori di sistemazione delle sedi stradali e due depositi per il materiale rotabile con annesse officine, uno nella zona industriale di Roccella, subito oltre il Forum, l’altro in via Castellana. I percorsi del tram si sviluppano su corsie protette, cioè del tutto separate da quelle stradali destinate alle auto.

Sviluppo delle linee

Lo sviluppo complessivo del sistema è di 18,310 chilometri. Le fermate, in totale, sono 44 (quasi una ogni 400 metri). Le quattro linee servono a collegare le periferie al centro cittadino e, più in particolare, alle principali stazioni del passante ferroviario e del sistema ferroviario metropolitano, Centrale e Notarbartolo.

Capacità del sistema attuale: 75.000 pax/giorno 24,5 mln pax/anno

Linea 1 “Stazione Centrale-Roccella”

5,5 km in doppio binario
Frequenza 5′ – tram in servizio: 8

Stazione Centrale (Corrispondenza: Metropolitana Linea A e Linea C)
Ingrassia
Tiro a segno
Ponte Ammiraglio
S. Giovanni dei Lebbrosi
Missori
Amedeo d’Aosta
Bione
Sperone
S.Sergio Papa
XXVII Maggio
Reber
Di Vittorio
Laudicina
Roccella/Forum (Corrispondenza: Metropolitana Linea C)

Tram linea 1

Linea 2 “Notarbartolo-Borgo Nuovo”

4,8 km in doppio binario
Frequenza 10′ – tram in servizio: 3

Stazione Notarbartolo (Corrispondenza: Metropolitana Linea A e Linea B)
Piazza Ziino
Galilei/Pacinotti
Giotto/Migliaccio
Parco Uditore
Beato Angelico
Ruggeri
Casalini
Campo Ribolla
Michelangelo/Castellana
Modica
Piazza S. Cristina
Largo Piazza Armerina/S. Paolo

Tram linea 2

Linea 3 “Notarbartolo-CEP”
5 km in doppio binario
Frequenza 10′ – tram in servizio: 3

Stazione Notarbartolo (Corrispondenza: Metropolitana Linea A e Linea B)
Piazza Ziino
Galilei/Pacinotti
Giotto/Migliaccio
Parco Uditore
Beato Angelico
Ruggeri
Casalini
Campo Ribolla
Michelangelo/Castellana
Michelangelo
Terminal CEP

Tram linea 3

Linea 4 “Notarbartolo-Calatafimi-Notarbartolo”
Circolare lunga circa 8 km
Frequenza 12′ – tram in servizio: 3

Stazione Notarbartolo (Corrispondenza: Metropolitana Linea A e Linea B)
Piazza Ziino
Galilei/Pacinotti
Giotto/Migliaccio
Einstein
Di Giorgi/Di Blasi
Perpignano Ovest
Emiri Ovest
Pitrè Ovest
Uscibene
Pollaci/Calatafimi
Pagano/La Loggia
Pitrè Est
Portello/Zisa
Emiri Est
Perpignano Est
Settembrini/Di Blasi
Scobar
Giotto/Migliaccio
Galilei/Pacinotti
Piazza Ziino
Stazione Notarbartolo (Corrispondenza: Metropolitana Linea A e Linea B)

Tram linea 4

Informazioni pratiche

Il Sistema Tranviario di Palermo è gestito dall’ AMAT.

Orari di esercizio: il tram funziona dalle 06:00 del mattino alle 21:00.

Frequenza: la frequenza di passaggio alle fermate è di cinque minuti sulla Linea 1, compresa fra 10 e 12 minuti sulle altre tre linee. Tutto il percorso della Linea 1, fermate incluse, viene coperto in circa 20 minuti.

Biglietto: lo stesso che si usa per i Bus AMAT, costa 1,40 €, è valido per 90 minuti e consente anche l’utilizzo dei Bus urbani AMAT. Ad ogni fermata è presente un distributore automatico di biglietti che accetta banconote da 5 € e tutte le monete. Anche i biglietti acquistati presso i distributori automatici vanno obliterati sulle carrozze.

Abbonamenti: gli stessi della rete dei Bus urbani gestita dall’AMAT

Tessera Impersonale “per tutta la famiglia” (può essere utilizzata da qualsiasi membro della famiglia): mensile 42 €, annuale 500 €;

Tessera Personale: mensile 32 €, annuale 300 €;

Studenti (consente l’utilizzo di quattro linee a scelta fra Tram e Bus + Tratti Comuni + linee Bus 101 e 107): mensile 15 €, annuale 150 €;

Giovani (meno di 26 anni): mensile 22 €, annuale 180 €.

Materiale rotabile

I convogli in servizio sono in tutto 17, tutti Bombardier Flexity Outlook di concezione innovativa, a pavimento totalmente ribassato per facilitare la salita di persone a limitata mobilità, bi-direzionali e con una disponibilità di 250 posti (56 dei quali a sedere), ciascuno lungo 32 metri e mezzo e largo 2 metri e 35. I portelloni d’ingresso sono 6 per lato e i vagoni sono forniti di sistemi informativi con display e audio. La velocità commerciale è di circa 20 chilometri orari.

Cronistoria dei lavori

Il progetto del Tram, nato negli anni ’90, ha mosso i primi concreti passi nel 2000, quando l’Amministrazione guidata da Leoluca Orlando ottenne un primo stanziamento di 161 miliardi di lire (88 milioni di euro) da parte della Banca Europea per gli Investimenti per la realizzazione di tre linee di tram, una sull’asse via Leonardo da Vinci, una sull’asse corso Calatafimi e una sull’asse corso dei Mille. Il 13 agosto del 2001 il relativo progetto venne rivisto e parzialmente bloccato a causa di un’osservazione del genio civile contrario alla realizzazione della linea su corso Calatafimi a causa delle ridotte dimensioni della carreggiata. Nel maggio del 2002 il Comune di Palermo approvò definitivamente il progetto modificato delle nuove linee tranviarie.

Appalto: Dopo due gare d’appalto senza risultati, il 30/12/2005 l’appalto fu aggiudicato per un totale di 192 milioni di euro a un’associazione temporanea di imprese che riuniva il consorzio Sis con sede a Torino, le ditte romane Bombardier Transportation Italy e Mosco Associati, la Edil Scavi di Messina, la Amec Spie Rail di Milano, la Seib Ingenieur-Consult, la Ingenieurbüro Wosnitza e Knappe e la ETC Transport Consultants, tutte e tre di Berlino.

Costo dell’opera completa: 322 milioni di euro, di cui 87 a carico della città di Palermo, tramite un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti, e il resto a carico dell’Unione Europea e dello Stato.
I lavori: Il completamento della rete tranviaria era previsto entro 5 anni dall’avvio del cantiere, con una cadenza di completamento prevista di 44, 48 e 52 mesi a partire dalla data di inizio lavori.
I cantieri sono stati aperti formalmente ad ottobre 2006 ma i lavori sono iniziati concretamente solo a giugno del 2007. Nella zona di Roccella è stata costruita la rimessa dei tram della linea 1. Il terminal della linea 1 si trova in prossimità del centro commerciale Forum Palermo e della fermata Roccella della linea C della metropolitana. Nel luglio 2015 è stato inaugurato il nuovo ponte tranviario sul fiume Oreto. Per far posto al capolinea della Stazione C.le è stato spostato il terminal dei bus extraurbani, da Via Balsamo è stato trasferito in un piazzale all’interno della stazione. Il pre-esercizio della Linea 1, nel tratto compreso tra il capolinea di Roccella e il ponte dell’Ammiraglio, è iniziato il 9 luglio 2014. Il 26 settembre 2015 si sono formalmente conclusi i lavori della Linea 1 e dal 6 ottobre 2015 sono cominciati i collaudi dell’intera linea con le prime corse di prova. In via Castellana sono state costruite le rimesse per le altre tre linee e lungo le corsie della circonvallazione sono stati costruiti il viadotto Einstein e una serie di sovrapassaggi pedonali. Le linee 2-4 hanno chiuso i loro cantieri a novembre 2015 e subito dopo sono iniziate le corse di prova. L’inaugurazione e l’apertura al pubblico di tutte e quattro le linee del servizio è avvenuta il 30 dicembre 2015.

Progetti di sviluppo

Per i prossimi anni, grazie alla copertura dei fondi comunitari 2014/2020, è previsto l’ampliamento dell’attuale rete tranviaria con l’apertura di 3 nuove linee.

Linea 4: l’attuale linea 4 verrà prolungata sulla circonvallazione, dallo svincolo Calatafimi allo svincolo Basile, scenderà lungo via E. Basile fino a via Brasa per poi proseguire lungo via Lodato e, con la realizzazione di un nuovo ponte sull’Oreto (carrabile), raggiungere Falsomiele-Bonagia.

Linea 5: servirà a collegare fra di loro le attuali linee 1 e 2 e i loro depositi, rispettivamente a Roccella e Borgo Nuovo. Questa linea di connessione scorrerà lungo via Lincoln, il Foro Italico e la Cala, e proseguirà lungo via Duca della Verdura per raggiungere il terminal Notarbartolo.

Linea 6: questa linea collegherà il centro città con la borgata marinara di Mondello. Partirà dal terminal della Stazione Centrale e passando per via Roma e viale Strasburgo raggiungerà Partanna e Mondello.

Progettitram6linee.jpg

Links

http://www.amat.pa.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1285&Itemid=308http://www.comune.palermo.it/noticext.php?cat=1&id=8893
http://www.urbanrail.net/eu/euromet.htm
http://www.tram.palermo.it/index.php<

2004-2018 © by: metropalermo

Annunci